"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

1 agosto 2018

Il “Nobel della matematica” a un italiano dopo 44 anni: vince il 34enne Alessio Figalli

Filed under: Articoli,Attualità,Cultura Universitaria,Eventi — matematicandoinsieme @ 15:11
Tags: , , ,

Il “Nobel della matematica” a un italiano dopo 44 anni: vince il 34enne Alessio Figalli

 

Assegnata all’italiano Alessio Figalli la medaglia Fields, il maggiore riconoscimento mondiale per la matematica, pari al Nobel. Nato a Roma 34 anni fa, Figalli ha studiato nella Scuola Normale di Pisa. Dal 2016 è docente al Politecnico di Zurigo e, dopo 44 anni, è il secondo italiano a ricevere questo premio, istituito nel 1936 e assegnato dall’Unione Matematica Internazionale. L’annuncio è stato dato a Rio de Janeiro, in apertura del Congresso internazionale dei matematici, in programma fino al 9 agosto. (more…)

Annunci

21 marzo 2018

I Libri di Emma Castelnuovo nella Scuola di Ieri e di Oggi

Filed under: Didattica,Libri consigliati — matematicandoinsieme @ 11:30
Tags: ,

Emma Castelnuovo

 Matematicandoinsieme ripropone l’articolo avente per tema la recensione sui libri di Matematica scritti  da Emma Castelnuovo per la Scuola secondaria di primo grado. Buona lettura!

LEGGI

31 gennaio 2018

Integrare senza integrali. La matematica come strumento di inclusione sociale

 

Dopo aver esplorato le sorprendenti declinazioni logico-matematiche della Grammatica e le frazioni messe in Musica, la rubrica “Esperienze transdisciplinari di Matematica” torna con un nuovo contributo di Gianluigi Boccalon che in questa puntata ci racconta un percorso didattico che fa interagire la Matematica e le diverse lingue che popolano le nostre classi sempre più multi-etniche.

di Gianluigi Boccalon

Con “I Colori della Grammatica” abbiamo affrontato il problema dei meccanismi logico matematici che stanno alla base della formulazione di una frase in lingua inglese. Il metodo seguito è un utile base per l’insegnamento della lingua e per sviluppare l’attivazione di una serie di “procedure logiche” anche con gli alunni più piccoli. La Matematica è stata così utilizzata come strumento per facilitare l’apprendimento di una lingua straniera. (more…)

5 novembre 2017

I calcoli a mente non servono più. “La matematica a scuola va insegnata col pc”

Computer e calcoli matematici

Lo studioso Conrad Wolfram: “Qual è l’ultima volta che avete moltiplicato 3/17 per 2/15? Capite i dati e non perdete più il tempo a fare le equazioni a mano”. L’Estonia ha adottato la sua didattica.

I calcoli matematici? Lasciamoli ai computer. Gravare ancora gli studenti con complesse divisioni, o con la soluzione di equazioni fatte a mente, è “un grave errore”, una perdita di tempo clamorosa. Lo sostiene da sempre l’esperto di tecnologie britannico Conrad Wolfram, 47 anni, fondatore di CBM (Computer-Based Maths) il cui scopo è la ‘rifondazione’ della didattica matematica, il quale rilancia oggi la sua tesi in una intervista pubblicata dal quotidiano spagnolo ‘El Pais’, in cui afferma che l’80% di quel che si apprende nei corsi di matematica non serve a niente. (more…)

3 novembre 2017

Emma Castelnuovo all’Osservatorio meteorologico del Collegio Romano

Fa ancora caldo.

Siamo a Novembre eppure le temperature si mantengono alte rispetto alla media stagionale, non piove e sembra che l’estate non finisca mai. Siamo per l’ennesima volta portati a ripetere la solita frase. ci sono più le mezze stagioni. E nel constatare questo fatto ribadito dalle molteplici previsioni meteo, mi è tornato alla mente un episodio legato ad Emma Castelnuovo.

Era l’autunno del 2004, si stava scrivendo una nuova edizione dei libri di testo per la scuola, quella ancora in uso nelle scuole e faceva molto caldo. Emma come sua abitudine cercava sempre l’ultima notizia, l’ultimo dato, il riferimento più stretto con la realtà. Il capitolo di turno era la statistica e le venne il desiderio di andare a verificare di persona i dati relativi alle temperature di quei giorni nel centro di Roma. Con Paola Gori ci eravamo divisi alcuni capitoli ed io dovevo integrare la parte relativa agli esercizi di statistica, così quando Emma mi chiamò dicendomi : vuoi venire con me domattina all’Osservatorio meteorologico del Collegio Romano a leggere il bollettino che appendono fuori dal portone ogni giorno, ovviamente risposi di sì. (more…)

22 luglio 2017

Ecco come velocizzare le stampe 3d sfruttando la matematica

Filed under: Articoli,Attualità,Curiosità,Notizie — matematicandoinsieme @ 06:42
Tags: , , ,

Come diminuire i tempi di realizzazione degli oggetti da parte delle stampanti 3d? La risposta in uno studio dell’Istituto per le applicazioni del calcolo del Consiglio nazionale delle ricerche (Iac-Cnr) pubblicato sulla rivista Applied Mathematical Modelling.

La stampa 3D è oggetto di studio da parte di informatici e ingegneri da molti anni, mentre i matematici la considerano ancora un’applicazione poco rilevante. Emiliano Cristiani, ricercatore dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo del Cnr, ha recentemente pubblicato la prima ricerca di matematica esplicitamente dedicata alla stampa 3D. L’articolo passa in rassegna i più importanti problemi aperti che possono interessare i matematici, per poi concentrarsi su un problema tipico della stampa 3D, la creazione automatica dei supporti di stampa. I risultati mostrano come soluzioni specifiche create ad hoc per ogni oggetto possano ridurre drasticamente sia il tempo di stampa sia il materiale impiegato. (more…)

21 luglio 2017

La prova matematica dell’esistenza di Dio?

Lo studioso tedesco Kurt Gödel ritiene che sia possibile dimostrare l’esistenza di Dio con un teorema matematico: “Se Dio è possibile, allora esiste necessariamente. Ma Dio è possibile. Quindi esiste necessariamente”. Il cosiddetto “Teorema di Dio” è una sorta di prova matematica, sulla base di principi di logica, dell’esistenza di un essere superiore ed è stato sviluppato alla fine del secolo scorso. Ed è questo il teorema che sarebbe stato dimostrato, grazie alla capacità di calcolo di un computer portatile, da Bruno Woltzenlogel Paleo dell’Università Tecnica di Vienna e Christoph Benzmuller della Libera Università di Berlino.

Gödel sostenne che, per definizione, non può esistere niente di più grande di un essere supremo e propose un modello matematico per provare l’esistenza di un tale potere. Finché visse, Gödel non rese nota mai la prova ontologica di Dio, forse perché temeva di essere frainteso. Venne pubblicata soltanto nove anni dopo la sua morte negli Stati Uniti. (more…)

28 giugno 2017

La bicicletta con le ruote quadrate: intervista a Massimo Esposito

Segnaliamo l’audio-intervista, apparsa sul sito del Corriere della Sera a Massimo Esposito, ispettore del MIUR e “responsabile” della scelta delle tracce dei temi della seconda prova della Maturità allo Scientifico, fra le quali quella sulla bicicletta dalle ruote quadrate.

Ascolta l’intervista

27 marzo 2017

I segreti matematici di un giardino

Filed under: Articoli,Attualità,Didattica — matematicandoinsieme @ 09:46
Tags: , ,

Uno scenario di apprendimento di matematica dal titolo “I segreti matematici di un giardino”, con un approfondimento sulle rodonee e un uso integrato delle tecnologie digitali nel nuovo progetto realizzato dagli alunni dell’Istituto Tecnico Economico “G. Calò” di Francavilla Fontana (Br), coordinato dalla Prof.ssa Rosaria Trisolino e dal Prof. Cosimo Giuseppe Massaro. Il Dirigente Scolastico è la Dott. Prof. ssa Maria Antonietta Todisco. (Continua)

19 marzo 2017

La matematica contro la malaria

Filed under: Articoli,Attualità,L'Angolo della Matematica,L'Angolo delle Scienze — matematicandoinsieme @ 17:17
Tags: , ,

La malaria è una malattia causata dalla zanzara anophele, un piccolo mosquito che però è responsabile di una malattia mortale. Sono molti i metodi che si stanno studiando per “domare” questo insetto, e uno di essi potrebbe avere una base matematica.

Se la malaria è una specifica malattia, sono diverse le modalità con cui viene diffusa dalle diverse specie di mosquito, ed è per questo che è difficile preparare un vaccino che funzioni in modo universale. (Continua)

25 gennaio 2017

Dibattito sull’Esame di stato 2017

Da MaddMaths  una serie di articoli molto interessanti aventi per tema l’Esame di stato 2017:

Dibattito sull’Esame di stato 2017: Donata Foà – La formazione ha bisogno di tempi lunghi

Dibattito sull’Esame di stato 2017: Daniela Gambi – Riflessioni in un Paese dai pensieri “corti”

Dibattito sull’Esame di stato 2017: Ileana Rabuffo – Fisica SÌ, ma non coSÌ

18 giugno 2016

Prove Invalsi 2016 per la scuola secondaria di primo grado

br0_Invalsi_testbaby1

Ecco il testo delle prove Invalsi di Matematica per la scuola secondaria di primo grado:

Fascicolo di Matematica

4 aprile 2016

Oggetti e manufatti griffati da matematici

Filed under: Articoli,Attualità,Curiosità,Didattica,Scuola — matematicandoinsieme @ 12:56
Tags: , , ,

L’Istituto Tecnico Economico Statale “G. Calò” di Francavilla Fontana ( Br) propone un interessante progetto. Vale la pena visionare il Link:

31 marzo 2016

La ricetta matematica per tagliare la pizza

Se volete ordinare una pizza con degli amici per dividerla con loro, assicuratevi prima che tra loro non ci sia uno dei matematici della “teoria della pizza”. Essi potrebbero essere molto più desiderosi di esplorare le  varie possibilità di taglio della pizza che darvi il solito spicchio. In quel caso quindi, tagliare e mangiare la pizza potrebbe essere molto più complicato del previsto! Per apprezzare l’entusiasmo di questo gruppo di ricercatori, se non l’utilità dei risultati dimostrati, si può dare un’occhiata a un documento pubblicato su arXiv da Joel Haddley e Stephen Worsley del Dipartimento di Scienze Matematiche dell’Università di Liverpool. (Continua)

10 marzo 2016

Voglia di formazione

In occasione di qualche statistica pubblicata dalla comunità europea o da altri enti dove si evidenzia il basso livello di preparazione matematica dei nostri studenti, per qualche giorno nei telegiornali e perfino in qualche talk show, vengono intervistati degli esperti i quali si affannano a ripetere che in Italia le materie scientifiche spesso risultano ostiche. Altri ospiti della trasmissione, a cominciare dal conduttore confessano con aria sorniona che loro stessi a scuola sono sempre andati male in matematica. Si fanno dichiarazioni d’intenti, si invoca l’intervento del Ministero, si parla della riforma, di buona scuola, di cattivi insegnanti e poi cala inesorabilmente il sipario. E tutto procede come prima, fino alla successiva statistica che riapre questa insanabile ferita della scuola italiana. Eppure lontano dai riflettori, sono molte le scuole che desiderano migliorare la qualità dell’insegnamento offerto ai ragazzi. (more…)

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.