"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

6 gennaio 2017

La Befana e le proprietà matematiche del numero 6

La Befana di “Matematicandoinsieme”

La Befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, col cappello alla romana…
VIVA VIVA LA BEFANA!

Festeggiamo la Befana con le proprietà matematiche del numero 6! (more…)

14 novembre 2016

Carnevale della Matematica #103: Donne in matematica

wim1

Eccoci arrivati al Carnevale della Matematica #103. Prima di passare al tema annunciato nel titolo, sbrighiamo qualche (sempre divertente) formalità di rito. Per chi non lo sapesse, la struttura del Carnevale della Matematica è circa la seguente (con variazioni idiosincratiche a seconda del sito che lo ospita). Nella prima parte si presentano alcune curiosità circa le proprietà matematiche (e non solo) del numero corrispondente al Carnevale stesso (nel nostro caso il numero 103). A volte si esplorano anche le ricorrenze legate alla data in cui cade il Carnevale o altre simpatiche amenità. Quindi si passa a presentare il tema del Carnevale e i post dei partecipanti che hanno una qualche vaga attinenza con il tema. Infine, si chiude con tutti gli altri materiali pervenuti (nel Carnevale non si butta mai niente!) e si finisce lanciando l’evento carnevalesco del mese successivo. Tutto chiaro? Bene, allora procediamo. (Continua)

15 ottobre 2016

Carnevale della matematica #102

carnevale-della-matematica-edizione-89-mathisintheair

Eccoci finalmente arrivati al 14 ottobre, giorno di pubblicazione della edizione numero 102 del Carnevale della Matematica!

Noi di “Math is in the Air” abbiamo anticipato questa notizia con una storia dedicata proprio al  102.

Il titolo della storia è “Le 102 fatiche di Brauer”. Se non sapete chi è Brauer e al massimo avete visto il film “La carica dei 102” vi invitiamo  a cliccare immediatamente qui  altrimenti vi perderete una storia divertente e surreale che coinvolge Eulero, Nobel, Ulam, Kaprekar, i numeri magici, il teorema della palla pelosa e ovviamente il 102. (Continua)

15 settembre 2016

Presentazione del Libro “Emma Castelnuovo”

29-settembre-2016

28 agosto 2016

Officina matematica di Emma Castelnuovo Edizione 2016

CenciCasa-Laboratorio

Cenci casa-laboratorio propone la 15° edizione della Officina matematica di Emma Castelnuovo

“Guardare il mondo con gli occhi della matematica”

Tre giorni di laboratori ed incontri dedicati alla didattica di Emma Castelnuovo:

  • da venerdì 9 settembre (ore 16)  a domenica 11 settembre 2016 (ore 15)

                                                oppure

  • da venerdì 23 settembre (ore 16) a domenica 25 settembre  2016 (ore 15)

PROGRAMMA (more…)

28 luglio 2016

Profilo di Donna: Emma Castelnuovo

copertina emma

Finalmente un libro sulla figura di  Emma Castelnuovo !

Matematicandoinsieme ha il piacere di comunicare ai suoi lettori la prossima pubblicazione del libro “Emma Castelnuovo” , della collana “Profilo di Donna”, casa editrice “L’Asino d’oro”. Le Autrici del testo sono Carla Degli Esposti, stimatissima autrice anche nel nostro Blog,  e Nicoletta Lanciano , docente universitaria.

Ecco la scheda del libro: Clicca qui

18 luglio 2016

Qualche riflessione sull’INVALSI

Filed under: Articoli,Attualità,Curiosità,L'Angolo della Matematica — matematicandoinsieme @ 15:06
Tags: , ,

exam

Il giorno giovedì 7 luglio 2016 si è tenuto a Roma nella sede del MIUR un incontro nel quale i vertici dell’INVALSI hanno presentato i risultati delle ultime prove di rilevazione delle competenze degli studenti di ogni livello scolastico. Ce ne parla Roberto Tortora, Presidente della CIIM (Commissione Italiana per l’Insegnamento della Matematica). (Continua)

23 giugno 2016

Esame di Stato 2016: la prova di Matematica

Oggi 23 giugno si è tenuta la prova di Matematica dell’Esame di Stato 2016 per i Licei Scientifici.

Anche quest’anno Matematicandoinsieme ha seguito la giornata pubblicando sul Blog i testi e le soluzioni commentate della prova d’esame. Come l’anno precedente le  soluzioni sono  proposte dall’autorevole  team  di MatePristem.

 

 

18 giugno 2016

Prove Invalsi 2016 per la scuola secondaria di primo grado

br0_Invalsi_testbaby1

Ecco il testo delle prove Invalsi di Matematica per la scuola secondaria di primo grado:

Fascicolo di Matematica

27 maggio 2016

Einstein e Popper studenti ribelli

Pubblichiamo l’articolo di Carlo Veronesi sul rapporto tra Albert Einstein e Karl Popper a partire da un loro carteggio, ripercorrendo le loro vicende scolastiche, le loro idee sull’istruzione e sul ruolo della filosofia nella scienza.

Einstein e Popper studenti ribelli

 

14 aprile 2016

Carnevale della Matematica #96: Il futuro delle previsioni

carnevale della matematica

Che bel numero il 96, se giri lo schermo rimane uguale…

Matematicamente ha anche un sacco di belle (e poco conosciute) proprietà. Sicuramente è pari ed è abbondante, poiché è minore della somma dei suoi divisori relativi, che sono: 1, 2, 3, 4, 6, 8, 12, 16, 24, 32 e 48. È però il quinto numero “intoccabile“, ossia non corrisponde alla somma dei divisori propri di nessun numero. Questa proprietà lo rende repellente al tatto. In compenso prende parte come “special guest” ad un certo numero delle terne di Archimede Pitagorico, ossia terne di numeri interi (n,m,p)  , tali che n 2 +m 2 =p 2   . Per esempio: (28, 96, 100), (40, 96, 104), (72, 96, 120), (96, 110, 146), (96, 128, 160). Da quel che si è detto, anche se vi siete distratti, possiamo ragionevolmente pensare che 96 non sia primo, ma in compenso ha una proprietà molto più interessante: 96 è infatti un numero pratico. Ehi, ma che cosa sono i numeri pratici? Beh, è un po’ più complicato rispetto al concetto di numero primo. Aehm, ahem, dunque: un numero n  si dice pratico quando ogni numero m  minore di n  si può scrivere in almeno un modo come somma di divisori distinti di n.  La cosa curiosa è che i numeri pratici si comportano un po’ come i numeri primi, sono distribuiti in modo simile, e tante congetture simili a quelle dei numeri primi sono state dimostrate anche per i numeri pratici, molte delle quali da Giuseppe Melfi: per esempio ogni numero pari si può esprimere come una somma di due numeri pratici ed esistono infinite terne di numeri pratici gemelli della forma m, m+2, m+4  . Chi volesse, può consultare le “Tavole dei numeri pratici” di Melfi e farsi una cultura. (Continua)

13 aprile 2016

Ricordo di Emma Castelnuovo

Emma Castelnuovo

Emma Castelnuovo

Il 13 Aprile 2014 si spengeva Emma Castelnuovo e a distanza di due anni “Matematicandoinsieme” vuole ricordarla. Vuole ricordarla insieme a tutti i suoi studenti ormai “cresciuti”, a tutti coloro che hanno apprezzato il suo modo inusuale di “fare matematica” e di comunicare con semplicità anche i concetti più complessi, alle persone che pur definendosi “non addetti ai lavori” hanno trovato la gioia di capire la matematica, a chi ha letto con gli occhi della mente  i suoi libri fonte inesauribile di novità. Grazie Emma per quello chi ci hai insegnato con la semplicità , l’umiltà e la consapevolezza che solo una Grande Donna come Te possiede!

31 marzo 2016

La ricetta matematica per tagliare la pizza

Se volete ordinare una pizza con degli amici per dividerla con loro, assicuratevi prima che tra loro non ci sia uno dei matematici della “teoria della pizza”. Essi potrebbero essere molto più desiderosi di esplorare le  varie possibilità di taglio della pizza che darvi il solito spicchio. In quel caso quindi, tagliare e mangiare la pizza potrebbe essere molto più complicato del previsto! Per apprezzare l’entusiasmo di questo gruppo di ricercatori, se non l’utilità dei risultati dimostrati, si può dare un’occhiata a un documento pubblicato su arXiv da Joel Haddley e Stephen Worsley del Dipartimento di Scienze Matematiche dell’Università di Liverpool. (Continua)

10 marzo 2016

Voglia di formazione

In occasione di qualche statistica pubblicata dalla comunità europea o da altri enti dove si evidenzia il basso livello di preparazione matematica dei nostri studenti, per qualche giorno nei telegiornali e perfino in qualche talk show, vengono intervistati degli esperti i quali si affannano a ripetere che in Italia le materie scientifiche spesso risultano ostiche. Altri ospiti della trasmissione, a cominciare dal conduttore confessano con aria sorniona che loro stessi a scuola sono sempre andati male in matematica. Si fanno dichiarazioni d’intenti, si invoca l’intervento del Ministero, si parla della riforma, di buona scuola, di cattivi insegnanti e poi cala inesorabilmente il sipario. E tutto procede come prima, fino alla successiva statistica che riapre questa insanabile ferita della scuola italiana. Eppure lontano dai riflettori, sono molte le scuole che desiderano migliorare la qualità dell’insegnamento offerto ai ragazzi. (more…)

20 gennaio 2016

La matematica della proteina anticancro

Torno a pubblicare dopo un periodo di stasi!

Tutto cominciò nel 1979, quando alcuni scienziati isolarono una proteina dalla massa molecolare di 53 k Da (un Dalton,simbolo Da, è circa equivalente alla massa di un protone) e, forse con poca fantasia, la chiamarono p53. Inizialmente si credette che p53 fosse un oncogene, cioè aumentasse la malignità di una cellula tumorale. Soltanto dieci anni dopo la sua scoperta, i biologi capirono che, al contrario, p53 è un soppressore dei tumori, che blocca il ciclo cellulare e stimola la riparazione della cellula. La p53 ad ogni modo divenne “popolare” solo quando, nel 1989, si scoprì che nelle cellule tumorali il suo gene corrispondente, il TP53, è alterato e la proteina è incapace di svolgere la sua azione regolatrice. Nel1993 la p53 fu eletta “molecola dell’anno” dalla rivista Science. Ora sappiamo che in circa il cinquanta per cento dei tumori il gene p53 è modificato e si spera quindi di poter sviluppare delle applicazioni cliniche mediante lo studio di questa proteina e del suo network di attivazione. In risposta ai danni al DNA le cellule hanno vari modi di reagire. In condizioni normali la concentrazione di p53 nel nucleo è debole: il suo livello è controllato dall’azione di un’altra proteina, la Mdm2. Queste due proteine sono connesse da un ciclo negativo: p53 attiva la trascrizione di Mdm2 mentreMdm2 ne accelera la degradazione (vedi Figura 2). Come nella maggior parte degli eventi biologici, le interazioni tra queste due proteine sono legate da effetti di retroazione o feedback, che cercano di autoregolare il sistema, mantenendolo all’equilibrio.

1-3e64bc65aa

Figura 1

Figura 1: La proteina p53 (un tetramero, rappresentata in rosa e giallo) svolge la sua funzione legando il DNA (rappresentato in verde e azzurro)(Fonte: Wikipedia) ( Continua )
 
Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.