"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

14 aprile 2018

Carnevale della matematica #118: : mese della consapevolezza matematica e statistica

Provate a dire 118 e vedete cosa vi viene in mente. Il soccorso medico, giusto? Ecco, questo è uno dei modi più infelici di cominciare un Carnevale della Matematica (e in questa speciale categoria se la gioca con 113 e 112). Però il 118 è un numero molto interessante. Copiamo spudoratamente da Wikipedia, sperando che .mau. non se ne accorga, ma scartando tutte le cose troppo complicate per noi:

  • È un numero composto con 4 divisori: 1, 2, 59, 118. Poiché la somma dei suoi divisori (escluso il numero stesso) è 62 < 118, è un numero difettivo.
  • È un numero semiprimo (ossia ha solo due divisori propri).
  • È parte della terna pitagorica (118, 3480, 3482).
  •  È il più piccolo intero che può essere scritto in quattro modi diversi come la somma di numeri che tra di loro hanno lo stesso prodotto. Confusi? Guardate qui, si fa prima a farlo che a dirlo:
    14 + 50 + 54 = 15 + 40 + 63 = 18 + 30 + 70 = 21 + 25 + 72 = 118
    14 × 50 × 54 = 15 × 40 × 63 = 18 × 30 × 70 = 21 × 25 × 72 = 37800. (Continua)
Annunci

12 marzo 2018

Emma Castelnuovo nella scuola di ieri e di oggi

Condividiamo un bell’articolo su Emma Castelnuovo e sul suo ruolo nella scuola, pubblicato sul blog Math is in the air e scritto da Daniela Valenti (collaboratrice di Emma Castelnuovo dal 1969).

Ci colpisce il parallelo tra il desiderio di formazione che anima Emma fin dagli inizi della sua carriera di insegnante e la “nostra formazione” di oggi.
Daniela Valenti riporta le parole di Emma:

Noi … vogliamo fare qualcosa, sappiamo che l’insegnamento della matematica è selettivo, non deve essere così, che fare? Informarsi.
E così da un giorno all’altro, parlo di Roma Libera, quindi dopo l’estate del ’44, da un giorno all’altro fondiamo un’associazione che si chiama Istituto Romano di Cultura Matematica. Abbiamo chiesto un permesso? Ma nemmeno ce lo siamo sognato! A chi, poi? (Continua)

31 gennaio 2018

Integrare senza integrali. La matematica come strumento di inclusione sociale

 

Dopo aver esplorato le sorprendenti declinazioni logico-matematiche della Grammatica e le frazioni messe in Musica, la rubrica “Esperienze transdisciplinari di Matematica” torna con un nuovo contributo di Gianluigi Boccalon che in questa puntata ci racconta un percorso didattico che fa interagire la Matematica e le diverse lingue che popolano le nostre classi sempre più multi-etniche.

di Gianluigi Boccalon

Con “I Colori della Grammatica” abbiamo affrontato il problema dei meccanismi logico matematici che stanno alla base della formulazione di una frase in lingua inglese. Il metodo seguito è un utile base per l’insegnamento della lingua e per sviluppare l’attivazione di una serie di “procedure logiche” anche con gli alunni più piccoli. La Matematica è stata così utilizzata come strumento per facilitare l’apprendimento di una lingua straniera. (more…)

30 gennaio 2018

Pitagora: un genio tra miracoli e fave

Pitagora, da non confondersi con Senofonte, è nato a Samo tra il 580 e il 570 a.C.. Un po’ vanesio, il grande Pitagora non volle mai rivelare con precisione l’anno della sua nascita, e si faceva disporre sulla torta di compleanno un intervallo di candeline. Un giorno, uno dei suoi studenti pensò di fargli cosa gradita proponendogli un’equazione che rivelasse con esattezza la sua data di nascita: Pitagora sorrise e lo seppellì in un campo di fave.

Matematico, taumaturgo, astronomo, scienziato, politico, sale e pepe q.b, Pitagora fu un genio eclettico, capace di fondare da solo a Crotone una delle più importanti scuole di pensiero dell’umanità, che fu chiamata Scuola pitagorica (da non confondere con la Scuola senofontiana).

Nell’ambito di questa scuola, si svilupparono molte conoscenze, in particolare quelle matematiche e applicazioni tra le quali il celeberrimo “Teorema di Pitagora”. Il teorema per cui è famoso era in realtà già noto ai Babilonesi e, infatti, prima che lo enunciasse, molti babilonesi si chiedevano chi diavolo fosse questo Pitagora. (more…)

14 dicembre 2017

L’unico docente italiano candidato al “Nobel” per l’insegnamento? Una prof di matematica

“La matematica aiuta a pensare, a vivere a conoscere la realtà“. Parola di Lorella Carimalli, una docente (di matematica, of course) di 55 anni che a marzo potrebbe vincere il “Global Teacher Prize” diventando così una sorta di “Insegnante migliore del mondo”. Lorella Carimalli è in forze al Liceo Scientifico Vittorio Veneto di Milano ed è un orgoglio per tutto il settore matematico il fatto che insegni proprio la materia dei numeri e che sia l’unica candidata italiana a questo prestigioso titolo. L’anno scorso, la professoressa si era classificata nella top ten dei docenti italiani e ora ambisce a battere i suoi 49 rivali nella finale di quello che è stato soprannominato il “Nobel dell’insegnamento” che si terrà a Dubai, con il sostegno della Fondazione Varkey. (more…)

7 novembre 2017

Giornata di lavoro “L’insegnamento di matematica e scienze alla scuola secondaria di primo grado”, 1 dicembre 2017

L’Unione Matematica Italiana organizza, in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche una giornata di lavoro su: “L’insegnamento della matematica nella scuola secondaria di primo grado: la necessità del confronto tra politica, università e scuola per affrontare una criticità storica della scuola italiana.” che si terrà a Roma presso il CNR, nell’Aula Marconi di Piazzale Aldo Moro 7, il 1 dicembre prossimo.

Il tema è di grande attualità. Le recenti notizie sulla mancanza di insegnanti per la cattedra di matematica e scienze per la scuola secondaria di primo grado (scuola media) hanno avuto notevole risalto sui media questa estate, inoltre la recente riforma delle classi di concorso ha reso molto più complicato rispetto al passato l’acquisizione dei crediti universitari necessari per concorrere proprio alla classe A-28 (Matematica e Scienze alla scuola media). Si è quindi pensato di organizzare un momento di riflessione comune per cercare di mettere insieme e confrontare i vari punti di vista. (Continua)

5 novembre 2017

I calcoli a mente non servono più. “La matematica a scuola va insegnata col pc”

Computer e calcoli matematici

Lo studioso Conrad Wolfram: “Qual è l’ultima volta che avete moltiplicato 3/17 per 2/15? Capite i dati e non perdete più il tempo a fare le equazioni a mano”. L’Estonia ha adottato la sua didattica.

I calcoli matematici? Lasciamoli ai computer. Gravare ancora gli studenti con complesse divisioni, o con la soluzione di equazioni fatte a mente, è “un grave errore”, una perdita di tempo clamorosa. Lo sostiene da sempre l’esperto di tecnologie britannico Conrad Wolfram, 47 anni, fondatore di CBM (Computer-Based Maths) il cui scopo è la ‘rifondazione’ della didattica matematica, il quale rilancia oggi la sua tesi in una intervista pubblicata dal quotidiano spagnolo ‘El Pais’, in cui afferma che l’80% di quel che si apprende nei corsi di matematica non serve a niente. (more…)

3 novembre 2017

Emma Castelnuovo all’Osservatorio meteorologico del Collegio Romano

Fa ancora caldo.

Siamo a Novembre eppure le temperature si mantengono alte rispetto alla media stagionale, non piove e sembra che l’estate non finisca mai. Siamo per l’ennesima volta portati a ripetere la solita frase. ci sono più le mezze stagioni. E nel constatare questo fatto ribadito dalle molteplici previsioni meteo, mi è tornato alla mente un episodio legato ad Emma Castelnuovo.

Era l’autunno del 2004, si stava scrivendo una nuova edizione dei libri di testo per la scuola, quella ancora in uso nelle scuole e faceva molto caldo. Emma come sua abitudine cercava sempre l’ultima notizia, l’ultimo dato, il riferimento più stretto con la realtà. Il capitolo di turno era la statistica e le venne il desiderio di andare a verificare di persona i dati relativi alle temperature di quei giorni nel centro di Roma. Con Paola Gori ci eravamo divisi alcuni capitoli ed io dovevo integrare la parte relativa agli esercizi di statistica, così quando Emma mi chiamò dicendomi : vuoi venire con me domattina all’Osservatorio meteorologico del Collegio Romano a leggere il bollettino che appendono fuori dal portone ogni giorno, ovviamente risposi di sì. (more…)

11 agosto 2017

Dimensione zero: il punto

Inizia così una nuova rubrica di MaddMaths “Spazio agli Spazi!”, a cura di Sandra Lucente, che si occuperà di dimensioni. Ogni mese un piccolo racconto per visitare mondi dimensionalmente diversi. Chiunque voglia collaborare è benvenuto! (Continua)

12 aprile 2017

Vittoria, Rai Radio1: le donne e la scienza (con Alessandra Celletti, trasmissione dell’11 aprile 2017)

 VITTORIA è un programma radiofonico di Rai Radio1, dedicato a tutte le donne che combattono e vincono, che lottano per superare pregiudizi e ostacoli, che sanno raccogliere e superare le sfide che la vita mette loro davanti. Ospiti donne famose e meno conosciute che raccontano le storie dei loro successi, le battagle ma anche le sconfitte ed i traguardi poi raggiunti. Conduce: Maria Teresa Lamberti

Nella puntata dell’11 aprile sono intervenute Alessandra Celletti, Direttrice Dip. Matematica Univ. Tor Vergata, e Maria Eugenia D’Aquino, attrice e autrice, porta la matematica a teatro, e hanno parlato di donne e scienza (e si parla anche di MaddMaths!).

Ascolta la trasmissione:

Vittoria – Puntata del 11/04/2017

18 febbraio 2017

Emma Castelnuovo: La nuova didattica della Matematica

Emma Castelnuovo

                                  Emma Castelnuovo

Emma Castelnuovo è in piedi sul grande palco della sala concerto, minuta, diritta davanti a un leggio e con in mano uno spago. Sta per cominciare la lectio magistralis di apertura del festival della matematica, organizzato da Piergiorgio Odifreddi. È il 15 marzo del 2007. Dopo un’ora e mezza di lezione, la sala Sinopoli, la più grande dell’auditorium di Roma, è ancora gremita.
Poche volte ho constatato tanto silenzio in una platea formata in gran parte da studenti e studentesse delle scuole superiori romane. E mai mi era capitato di vedere tanti giovani sguardi concentrati su una signora di 93 anni che parla a braccio di numeri e figure geometriche e usa uno spago per accompagnare i suoi ragionamenti. Ma non è una sorpresa. (more…)

6 febbraio 2017

Tavole di moltiplicazione, classi resto e simmetrie

mod

Pochi giorni fa è stato pubblicato nella Math Ed Community un bell’articolo di Zoheir Barka, intitolato The Hidden Symmetries of the Multiplication Table (Le simmetrie nascoste nelle tavole di moltiplicazione). L’idea centrale dell’articolo riguarda le normali tavole di moltiplicazione di questo tipo:

mod1(Continua)

11 dicembre 2016

Passioni: Storie umane di matematici

Filed under: Articoli,Attualità,Cultura Universitaria,Didattica — matematicandoinsieme @ 15:28
Tags: , , ,
Roberto Natalini

Roberto Natalini

Roberto Natalini, matematico, direttore dell’Istituto Nazionale di Calcolo “Mauro Picone” del Cnr, ci accompagna nelle vite di Mauro Picone e Vito Volterra e, con loro, nelle regioni storiche della matematica applicata.

http://www.radio3.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-89e0ae10-7b16-467a-b892-0c3fb0082bd0.html?iframe

5 dicembre 2016

“I numeri per imparare a pensare” di Franco Lorenzoni

“Alla scuola ebraica non si riusciva a immaginare che ci fosse qualcuno che non facesse domande: sarebbe stato un allievo inutile. Invece, chi non era d’accordo con qualcosa che aveva spiegato un professore, alla fine della lezione lo poteva dire e gli era richiesto di tenere lui stesso una lezione, alla sua classe o a quelle vicine, con la sua bibliografia o con una bibliografia che gli suggeriva il professore: insomma era una scuola di alto profilo”. (more…)

15 ottobre 2016

Carnevale della matematica #102

carnevale-della-matematica-edizione-89-mathisintheair

Eccoci finalmente arrivati al 14 ottobre, giorno di pubblicazione della edizione numero 102 del Carnevale della Matematica!

Noi di “Math is in the Air” abbiamo anticipato questa notizia con una storia dedicata proprio al  102.

Il titolo della storia è “Le 102 fatiche di Brauer”. Se non sapete chi è Brauer e al massimo avete visto il film “La carica dei 102” vi invitiamo  a cliccare immediatamente qui  altrimenti vi perderete una storia divertente e surreale che coinvolge Eulero, Nobel, Ulam, Kaprekar, i numeri magici, il teorema della palla pelosa e ovviamente il 102. (Continua)

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.