"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

14 dicembre 2018

AL MATEMATICO ENRICO GIUSTI VA IL PREMIO ‘PIANETA GALILEO’

Risultati immagini per enrico giusti

Riconoscimento assegnato dal Consiglio regionale della Toscana per la divulgazione scientifica nelle scuole. E così i giovani si avvicinano alla scienza

È andato al matematico Enrico Giusti, ideatore del “Giardino di Archimede” di Firenze, il premio “Pianeta Galileo 2018”, riconoscimento legato al progetto del Consiglio regionale toscano per la divulgazione scientifica nelle scuole secondarie di secondo grado della Toscana. La cerimonia di premiazione si è svolta nel salone delle feste di Palazzo Bastogi a Firenze.

«Premiamo soprattutto lo storico, il didatta e divulgatore scientifico» ha spiegato il coordinatore del premio, Sergio Giudici (Università di Pisa). «Oltre a essere un eminente matematico, Enrico Giusti ha anche riformato gli studi italiani di storia della matematica, ha una grande attività di divulgazione ed è stato l’ideatore del ‘Giardino di Archimede’, il primo esempio italiano di museo interattivo della matematica». (more…)

Annunci

12 dicembre 2018

Ricordo di Emma Castelnuovo

Filed under: Articoli,Attualità,Didattica — matematicandoinsieme @ 14:53
Tags: , , ,

 

Oggi, 12 dicembre 2018, ricorre il 105esimo anniversario della nascita  di Emma Castelnuovo, indimenticabile Maestra di vita e di didattica per molti di noi. “Matematicandoinsieme” la vuole ricordare a tutti coloro che l’hanno conosciuta ed apprezzata per le sue grandi doti di comunicatrice della vera cultura matematica ma anche a chi, attraverso i suoi molteplici scritti, può ora scoprire un modo inusuale di “fare matematica”!

Ci fa piacere citare queste sue Sue parole…

“Infine, mi piace insistere su una cosa che a mio parere è la più importante: si sa molto bene come l’insegnamento della matematica possa giocare da “arma di selezione” nel marcare la differenza tra ragazzi che provengono da un ambiente sociale elevato, le cui facoltà di astrazione e di espressione sono più sviluppate, e quelli che sono i primi delle loro famiglie a seguire studi secondari. Ma, al contrario, in una classe in cui si seguono le vie naturali del pensiero, partendo dunque dal concreto, è proprio l’insegnamento della matematica che può giocare un ruolo formidabile nel senso dell’uguaglianza sociale, perché sono soltanto le facoltà d’osservazione, di immaginazione, di ragionamento “naturale” che rendono uguali tutti i ragazzi di fronte ad una situazione matematica. E dal momento che la nostra “scuola media” è uguale per tutti, è proprio lo scopo dell’uguaglianza che noi cerchiamo di raggiungere attraverso la matematica.” (Emma Castelnuovo, Limoges 1977)

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.