"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

4 giugno 2015

La probabilità al servizio della ricerca delle persone scomparse

Detectives-Resize-300x336

Luke Shambrook è stato ritrovato in un posto in cui non sarebbe mai dovuto essere, e nell’ultimo posto in cui chiunque l’avrebbe cercato. Utili alla ricerca del ragazzo scomparso è stato un gruppo di “cercatori” d’elite che lavora per la polizia e che ha ritrovato la prova chiave che ha permesso di individuare la posizione di Luke. Anche dopo il ritrovamento, indicato come un miracolo, essi preferiscono ancora sottrarsi ai riflettori, dando il merito alla polizia. Vestito con pantaloncini beige, l’organizzatore del campo Duncan Brooks ha detto “siamo invisibili”, e la Squadra di Ricerca e Salvataggio tra i Cespugli (Bush Search and Rescue  – BSAR) preferisce per lo più rimanere così. Cercare i dispersi è tutta una questione di probabilità. Il commando di ricerca utilizza modelli matematici per calcolare la probabilità che una persona scomparsa abbia vagato in ciascuna zona di ricerca. Le zone più probabili – quelle a fondo valle, quelle vicino ai corsi d’acqua e quelle vicine al posto in cui la persona è stata avvistata l’ultima volta – vengono perlustrate per prime. Ma per questi cercatori cercare un ragazzo autistico come Luke, utilizzando la probabilità matematica, presentava una sfida unica. In realtà, per arrivare nel posto in cui è stato  effettivamente trovato (oltre Skyline Ridge), il giovane Luke avrebbe dovuto attraversare una ripida collina densa di vegetazione. Di fronte a quella vegetazione così fitta, dice Duncan, la maggior parte delle persone si sarebbe arresa e sarebbe almeno tornata verso fondo valle. Al contrario Luke ha proseguito, ed ha pure attraversato almeno tre strade, un altro comportamento anomalo per qualcuno che si è smarrito.Ma prossimi alla quinta notte che Luke avrebbe dovuto passare all’esterno, i gruppi di ricerca stavano esaurendo i posti in cui cercare. Quindi il gruppo ha cominciato a battere metro per metro anche la boscaglia lungo la ripida salita che portava a Skyline Ridge. Cercare in gruppo, procedendo in modo allineato su una salita ripida è molto difficile, “non è come mettersi in fila e camminare uno a fianco all’altro su un campo da football” dice Duncan. Mantenere le file serrate richiede capacità ed esperienza e pazienza. Ad un certo punto un giovane membro del gruppo ha notato un segno del passaggio di una persona tra alcuni cespugli. Questo particolare non sarebbe mai stato notato durante una ricerca superficiale. Le ricerche sono state subito riorganizzate focalizzandosi sulla collina ripida  che porta a Skyline Ridge – esattamente dove nessuno avrebbe pensato che Luke potesse essere. I gruppi di ricerca hanno continuato il loro lavoro fino alla cima della collina, mentre un elicottero della polizia (che, sottolinea Duncan, è molto meno efficace di quanto la gente non pensi, nelle ricerche in zone forestali) cominciava a perlustrare la zona dall’alto. Alla fine il volto pallido di Luke è stato visto da uno degli obiettivi montati a bordo dell’elicottero ed il ragazzo ha potuto riunirsi ai suoi genitori.

 A cura di Alice Sepe

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: