"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

2 gennaio 2014

La regina Elisabetta grazia il genio della matematica Alan Turing

Alan Turing, il genio matematico

Alan Turing, il genio matematico

A 60 anni dal suo suicidio la regina ha formalmente «perdonato» Alan Turing, il genio matematico che, tra le altre sue opere, durante la II Guerra Mondiale a Bletchley Park riuscì a decodificare l’inviolabile codice delle macchine Enigma usate dalle forze armate tedesche. Turing si suicidò nel 1954, dopo la fine del conflitto, perché era omosessuale. Due anni prima era stato condannato – all’epoca essere gay era un reato – e sottoposto a castrazione chimica. Il matematico, nato a Londra nel 1912, morì a 41 anni. Per il suo lavoro Turing è considerato, oltre che un genio matematico, il padre dell’informatica e della crittografia moderna. I suoi successi contribuirono a modificare il corso della guerra. Ancora oggetto di polemiche le cause della sua morte: secondo i media britannici, Alan Turing «è stato probabilmente avvelenato con il cianuro, mentre la tesi del suicidio non è mai stata provata». La grazia è stata accolta dalla Regina Elisabetta II su richiesta del ministro della Giustizia Chris Grayling, che ha parlato di un «uomo eccezionale con uno spirito brillante»: «La sua vita più tardi è stata oscurata dalla condanna per omosessualità, condanna che consideriamo oggi come ingiusta e discriminatoria e che è ormai annullata», ha dichiarato Grayling. Già nel 2009, l’allora primo ministro Gordon Brown aveva presentato delle scuse postume, riconoscendo che il grande matematico e logico era stato trattato in modo orribile. Nel 2012, anno del centenario dalla nascita di Turing, undici scienziati britannici, tra cui Stephen Hawking, avevano chiesto l’annullamento della condanna del «matematico più brillante dell’epoca moderna».

Tratto da “Il Sole 24 ore”

Leggi anche: Alan Turing: cento anni dalla sua nascita

Annunci

1 commento »

  1. E’ vero, che la Corona ci ha messo molto tempo a riabilitare Alan Turing, ma rispetto ai tempi impiegati dalla Chiesa a riabilitare Galileo Galilei è nulla!

    Commento di Num3ri — 3 gennaio 2014 @ 11:54 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: