"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

31 agosto 2013

Aforismario matematico

 

  • Un matematico è una macchina che converte caffè in teoremi.

Paul Erdos (attribuito)

  • I matematici possono dimostrare solo teoremi banali perché ogni teorema che viene dimostrato è necessariamente banale.

Richard Feynman, Sta scherzando, Mr. Feynman?, 1985

  • I matematici sono come i francesi: se si parla con loro, traducono nella loro lingua, e diventa subito qualcosa di diverso.

Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo) 

  • Nessun matematico può permettersi di dimenticare che la matematica, più di qualsiasi altra arte o di qualsiasi altra scienza, è un’attività per giovani.

Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940

  • Le forme create dal matematico, come quelle create dal pittore o dal poeta, devono essere belle; le idee, come i colori o le parole, devono legarsi armoniosamente. La bellezza è il requisito fondamentale: al mondo non c’è un posto perenne per la matematica brutta.

Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940

  • Dall’evidenza intrinseca della sua creazione, il Grande  Architetto dell’universo ora comincia ad apparire come un matematico puro.

James Hopwood Jeans, L’universo  misterioso, 1930

  • Non entri chi non è matematico. Platone, incisione sulla porta dell’Accademia, IV sec. a.e.c.
  • Uno scienziato degno di tal nome, e specialmente un matematico, sperimenta nel suo lavoro la stessa sensazione di un artista; il suo piacere è della stessa intensità e natura. Henri Poincaré, su Journal de l’École Polytechnique, 1890
  • Non c’è nulla che stimoli il processo creativo di un matematico quanto il pensiero dell’immortalità che conferisce il fatto di avere il proprio nome associato a un teorema.

Marcus du Sautoy, L’enigma dei numeri primi, 2003

  • La stupida aspirazione all’eleganza è una delle cause principali per cui i matematici non comprendono le loro proprie operazioni; ossia: l’incomprensione e quell’aspirazione sgorgano da una sorgente comune.

Ludwig Wittgenstein, Grammatica filosofica, 1932/34 (postumo)

Advertisements

1 commento »

  1. […] I matematici sono come i francesi: se si parla con loro, traducono nella loro lingua, e diventa subito qualcosa di diverso. Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo) Link articolo […]

    Pingback di Aforismario matematico | "Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati - Angelo Stella — 14 settembre 2013 @ 17:16 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: