"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

6 luglio 2013

Guido Castelnuovo : Una figura complessa

“I padri ce li affidano perché noi ne formiamo degli uomini atti a comprendere la vita di cui oggi vivono le nazioni e a parteciparvi. Se noi non teniamo conto di queste esigenze, se noi per amore della cultura soffochiamo in questi discepoli il senso pratico e lo spirito d’iniziativa, noi manchiamo al maggiore dei nostri doveri.”

Guido Castelnuovo 1912, intervento nella conferenza “La scuola nei suoi  rapporti con la vita e la scienza moderna”.

Guido Castelnuovo

Figlio del romanziere Enrico e di Emma Levi, dopo aver completato gli studi liceali a Venezia, nel 1886 conseguì la laurea in Matematica nell’Università di Padova, dove ebbe tra i suoi maestri G. Veronese. L’anno seguente si recò a Roma per perfezionarsi sotto la guida di L. Cremona. Dal 1887 al 1891 fu assistente di E. D’Ovidio all’Università di Torino. Nell’anno accademico 1889-90 ebbe un incarico di insegnamento all’Accademia di artiglieria e genio di Torino. I primi anni della ricerca di Guido Castelnuovo trascorsero nello studio della geometria proiettiva (materia in cui erano stati fondatori e maestri Cremona e Veronese), ma già sul finire degli anni ’80 il matematico approdava all’indirizzo algebrico, studiando la «geometria sulla curva algebrica» anche nell’assidua conversazione con Corrado Segre. Nel 1891 Castelnuovo fu chiamato a ricoprire per concorso la cattedra di Geometria analitica e proiettiva dell’Università di Roma. In questa sede fu incaricato anche dei corsi di Matematiche complementari, Calcolo delle probabilità e, dopo il 1903, di Geometria superiore. In questi anni si dedicò allo studio geometrico, lineare e aritmetico delle superfici algebriche, di cui scoprì anche le condizioni di razionalità (questa ricerca gli valse la Medaglia d’oro della Società italiana delle scienze nel 1896). A partire dai primi anni del Novecento si strinse nell’istituto romano di matematica una fruttuosa collaborazione tra Castelnuovo, F. Enriques e, successivamente, F. Severi; i tre approfondirono lo studio delle superfici algebriche irregolari. Collocato a riposo nel 1935, proseguì il suo impegno prima morale che accademico curando un’Università segreta a Roma per perseguitati politici e razziali negli anni dal 1938 al 1943. Dopo la fine dell’occupazione di Roma (che trascorse nascosto sotto il nome di Guido Cafiero) fu nominato commissario generale del Consiglio nazionale delle ricerche e poi presidente del comitato per la matematica in seno allo stesso CNR (1944). Nel 1949 il presidente della Repubblica L. Einaudi lo nominava senatore a vita.

Le maggiori accademie scientifiche italiane possono annoverare Guido Castelnuovo tra i loro iscritti; già eletto socio della Società italiana delle scienze nel 1906, ne fu amministratore per gli anni 1920-1938; accademico dei Lincei dal 1918, fu il primo presidente della ricostituita Accademia nel dopoguerra (dal 1945 alla morte).

A pochi giorni dalla sua morte, sopraggiunta il 27 aprile del 1952, veniva deliberata l’intitolazione a nome di Guido Castelnuovo dell’Istituto di matematica dell’Università degli Studi di Roma.

 LEGGI anche: Necrologio di Guido Castelnuovo

Annunci

2 commenti »

  1. […] Link articolo […]

    Pingback di Angelo Stella. Matematica generale ed applicata — 7 luglio 2013 @ 21:16 | Rispondi

  2. Come per George Polya, allo stesso modo, anche per Castelnuovo c’è molta saggezza nelle sue parole. Sono convinto che l’universo sia stato fatto con i numeri, infatti anche la più piccola cellula esistente ha le sue dimensioni e proporzioni già prestabilite da Chi ha creato il mondo e gli esseri umani. Alla luce di questo penso che chi è portato allo studio della matematica, se dotato di un minimo di umiltà, può arrivare a comprendere molto sul significato della vita.

    Un saluto

    Commento di Mr.Loto — 8 luglio 2013 @ 16:56 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: