"Matematicandoinsieme" di Maria Cristina Sbarbati

16 febbraio 2013

Dal mondo delle favole: Sara e la matematica

Filed under: Angolo Relax,Favole matematiche — matematicandoinsieme @ 15:08
Tags: , , , ,
fiabe

Sara e la matematica

Sara era una bambina modello: buona, dolce, affettuosa e sorridente. Arrivò a scuola con l’entusiasmo di imparare, con tutto l’impegno possibile. Divenne amica di tutti e voleva bene alle sue maestre. C’era una cosa però che detestava: i numeri. Perché mai doveva aver a che fare con quei segni strani? Chissà chi li aveva inventati! Le piaceva scrivere un testo, esprimere la sua fantasia, le sue riflessioni, le piaceva disegnare con colori vivaci ed i suoi disegni erano molto espressivi…..Ma i numeri…no! Assurdi numeri! Non li voleva proprio accettare. Si avvicinava alla cattedra con il problema risolto e già le venivano i goccioloni agli occhi, sicura di aver sbagliato!

“Odio la matematica, odio i numeri!!” pensava.

Un giorno, mentre era in cortile a giocare, vide una rondine che partiva dal suo nido, dove c’erano quattro piccoli e vide, che andò avanti e indietro quattro volte, per far mangiare ognuno dei suoi rondinini. Quindi la rondine li aveva contati bene! Un’altra volta la sua micia ebbe tre micini e quando gironzolavano per il giardino, li voleva vicino tutti e tre. Se uno ritardava lei si fermava ad aspettarlo. Anche lei sapeva il numero esatto dei suoi cuccioli. Sara disse fra se: “Allora anche gli animali hanno a che fare con i numeri!”

La notte s’addormentò e le apparve in sogno la fata gialla, la fata dei numeri. I suoi capelli erano boccoli fatti a forma di 2, il suo splendido vestito era cosparso di grandi numeri, i suoi orecchini erano degli 8 d’argento e la sua bacchetta era fatta da tanti zeri, uno attaccato all’altro. La fata gialla le parlò: “Sara, impara a contare e a calcolare, io adesso ti faccio una magia e la matematica ti farò amare.” Prese la bacchetta, l’agitò e da questa scese polvere di stelle che fece illuminare Sara. Quando si svegliò, pensò alla micia, alla rondinella, alla fata ed andò a scuola senza paura della matematica, senza odio per i numeri. Sara aveva capito, che la matematica è parte della vita di tutti.(Scritta da “maestra Donatella”)

Annunci

1 commento »

  1. bello questo racconto……

    Commento di melodiestonate — 17 febbraio 2013 @ 21:28 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: